Condivisione, performance, trasparenza
per la Pubblica Amministrazione

Open & Gov è la suite di soluzioni pensata, progettata e sviluppata per le realtà
della Pubblica Amministrazione e della Sanità

Il Prodotto

Open & Gov è la soluzione che copre i principali
requisiti che devono soddisfare le Pubbliche amministrazioni

Che cos'è

La suite di prodotti Open & Gov consente agli enti di gestire in maniera agevole quello che impone la norma e, nello stesso momento, di soddisfare le istanze di partecipazione che arrivano dalla società civile.

Il tutto senza dover dedicare risorse aggiuntive, ma, al contrario, agevolando il compito del personale preposto, fornendo verso i soggetti interessati le informazioni necessarie, nel formato richiesto.

Open & Gov è basato su soluzioni Open Source di livello Enterprise ed è disponibile sempre ed ovunque, grazie all’architettura web based e cloud ready.

Perché sceglierlo

Sempre aggiornato

Il sistema non necessita di installazioni in locale, basta un browser; ogni modifica delle singole componenti software sul server viene immediatamente recepita da chiunque lo utilizzi

Efficiente

Interfaccia utente evoluta, che agevola il lavoro degli utilizzatori

Affidabile

Una soluzione basata su componenti consolidate Open Source, ampiamente utilizzate in numerose realtà e differenti contesti

Sicuro

Ogni utente vede solo le funzioni ed i dati sui quali può avere accesso

Espandibile

Architettura basata su Open Standards, possibilità di connessioni web services sia SOAP che REST

Personalizzabile

Tecnologie Open Source che consentono di adattare la soluzione ai bisogni del cliente.

Integrabile

È facilmente inseribile all’interno di architetture esistenti, mantenendo le stesse caratteristiche di interfaccia

Web based

È basato sulle tecnologie più recenti, facile da usare, ha un elevato tasso di successo anche da parte degli utenti più restii al cambiamento

Economico

L’interfaccia evoluta ed intuitiva che riduce i tempi di formazione, la facilità di implementazione, gli aggiornamenti che vengono fatti a livello centrale, l’architettura cloud ready: tutti fattori che garantiscono una riduzione del TCO e dei tempi di progetto ed una maggiore disponibilità per le personalizzazioni

Componenti

Open & Gov è una suite modulare, costituita da differenti componenti che possono essere utilizzati anche individualmente, che coprono i vari processi delle organizzazioni,
sia che si parli di Pubblica Amministrazione, di Sanità, di Università.
Le componenti sono:

Gzoom è un applicativo sviluppato per integrare – con tecnologie, logiche e finalità innovative – i processi caratteristici della “filiera” del sistema di governance degli operatori del Settore Pubblico Allargato.

Gestisce quindi:

Previsione

Pianificazione Strategica
Pianificazione Operativa

Gestione

Contabilità Finanziaria
Contabilità analitica

Controllo

Controllo di gestione
Valutazione risultati

Rendicontazione

Interna / Istituzionale
Esterna / Sociale

Performance strategica

Per la misurazione degli effetti ed impatti dell’azione dell’Amministrazione rispetto ai propri portatori di interesse

La soluzione è stata pensata per adattarsi ai diversi modelli presenti in letteratura, non solo riferiti al contesto pubblico italiano ma anche a quello anglosassone ed al contesto privato (soprattutto a fini di lucro); fra le metodologie considerate:

  • Balanced Scorecard, molto diffusa nel settore privato e caratterizzata dall’attenzione alle diverse prospettive che l’Ente/Azienda deve monitorare (Portatori d’interessi, Finanziaria, Organizzativa, Risorse umane)
  • Logic Model, molto diffusa nel settore pubblico anglosassone e caratterizzata dall’attenzione alle misurazioni di input – output – outcome
  • Common Assessment Framework, promosso dalla Comunità Europea come metodologia di miglioramento continuo per il settore pubblico e basata sul ciclo Plan – Do – Check – Act (Pianifica – Esegui – Verifica – Migliora).

Performance operativa

Per la misurazione dell’efficienza e della qualità delle attività svolte dall’Amministrazione

Il sistema prevede un’anagrafe degli indicatori, quali elementi del modello di governance che possono essere gestiti, indipendentemente dagli obiettivi che vanno a misurare; queste le principali informazioni anagrafiche gestite (è possibile anche avere indicatori calcolati da altri, tramite formule):

  • tipologia e natura, classificazioni dell’indicatore (es. secondo le prospettive di un modello a bilance score card utente – finanziaria – processo – organizzativa, oppure secondo il logic model input – attività – output – outcome, oppure altri come quantità – qualità – efficienza – efficacia, ..)
  • fonte e sistema alimentante
  • unità di misura
  • elenco delle finalità dell’indicatore, sia per la gestione (es. indicatore di bilancio) che per l’output (es. esporre nel Piano Performance)

Performance individuale

Per la misurazione delle competenze, comportamenti e risultati del singolo individuo e dei gruppi in cui questi opera

Il sistema prevede un’anagrafe del personale, per la definizione delle informazioni relative

Sono definibili schede di valutazione individuali parametriche per:

  • personale direttivo
  • personale non direttivo.

Gli elementi di valutazione possono essere

  • sia gli obiettivi di risultato, individuali o di gruppo
  • sia le attitudini individuali.

Anticorruzione

Grazie al modulo “Anticorruzione” l’Amministrazione ha la possibilità di gestire al meglio il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTPC) che deve essere elaborato sulla base del PNA (Piano Nazionale Anticorruzione).

Il sistema è completamente personalizzabile in funzione delle esigenze dei clienti

  • Albero dei processi a rischio (All2 PNA)

    Il modulo copre le 4 aree di rischio previste dalla norma

    • Acquisizione e progressione del personale
    • Affidamento di lavori, servizi e forniture
    • Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari (privi di effetto economico diretto ed immediato per il destinatario)
    • Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari (con effetto economico diretto ed immediato per il destinatario)

    Catalogo rischi corruttivi (All3 PNA)

    Funzione di censimento dei rischi potenziali previsti, suddivisi per aree di rischio.

    L’uso di un catalogo rischi è opzionale: si può dettagliare direttamente ogni rischio di ogni singolo sottoprocesso; è possibile anche un mix tra uso del catalogo ed uso di rischi specifici

  • Catalogo misure anticorruzione (All4 PNA)

    Funzione di censimento delle misure anticorruzione che potenzialmente si possono attivare per prevenire o attenuare i rischi corruttivi

    L’uso di un catalogo misure è opzionale: si può dettagliare direttamente ogni misura di ogni singolo rischio di sottoprocesso od un mix tra misure catalogate e non

    Le azioni sono classificate per tipologia (come da norma):

    • Misure specifiche Obbligatorie (in quanto previste dalla normativa)
    • Misure specifiche Ulteriori (date dalle migliori pratiche diffuse nel mercato)
    • Misure trasversali Obbligatorie (in quanto previste dalla normativa)
    • Misure trasversali Ulteriori (date dalle migliori pratiche diffuse nel mercato)

    Catalogo indici di rischio corruttivo (All5 PNA)

    Funzione di censimento degli indicatori di misurazione del rischio (come da norma, inclusa la scala di misura con valori 0 .. 5); è possibile comunque gestire una diversa scala di misura così come un differente insieme di indici:

    • Indici di valutazione della probabilità (Discrezionalità, Rilevanza esterna, Complessità del processo, Valore economico, Frazionabilità del processo)
    • Indici di valutazione dell’impatto (Impatto organizzativo, Impatto economico, Impatto reputazionale, Impatto organizzativo)
    • Indice di controllo (tale indice corregge il valore della probabilità che un evento rischioso si verifichi)

  • Fase di identificazione dei rischi

    È possibile suddividere i processi in sottoprocessi, indicandone le tipologie di provvedimenti ad essi riconducibili, sia per esigenze di maggior dettaglio dell’analisi dei rischi sia per ricondursi alla struttura organizzativa che effettivamente svolge le attività.

    Ad ogni sottoprocesso sono associati uno o più dei rischi previsti nel catalogo

    Fase di analisi dei rischi

    Il sistema consente di effettuare l’analisi del rischio per sottoprocesso tramite rilevazione dei diversi indici di Probabilità, Impatto e Controllo previsti dal modello

    Fase di ponderazione dei rischi

    Il sistema consente di aggregare le informazioni di rischio:

    • per processo, così da identificare i processi più a rischio ed intervenire prioritariamente su essi
    • per rischio, così da conoscere i rischi più diffusi ed operare trasversalmente su di essi
    • per struttura organizzativa, per conoscere i punti di maggiore sensibilità organizzativa su cui quindi porre particolare attenzione.

    Le funzioni di interrogazione del sistema possono essere rese facilmente accessibili in ottica di trasparenza dell’azione dell’ente, elemento essenziale nella prevenzione della corruzione

  • Fase di trattamento e neutralizzazione dei rischi

    Per il trattamento e neutralizzazione del rischio, da svolgersi ovviamente nel corso del tempo aggiornando annualmente l’andamento degli interventi e riassestando l’identificazione, analisi e ponderazione dei rischi.

    Le funzioni del sistema consentono di associare ad ogni rischio corruttivo identificato per sottoprocesso un insieme di misure del catalogo delle misure di prevenzione, atte a neutralizzare o quantomeno attenuare la probabilità o l’impatto del rischio corruttivo.

    La misura deve avere un riferimento temporale di svolgimento ed un responsabile nominale, è inoltre elemento di raccordo con il Piano della performance

    Stampa PTPC

    Oltre alla stampa completa, prevista dalla norma, è presente una stampa di controllo, finalizzata ad un uso più operativo di verifica dei dati inseriti e delle relative aree di responsabilità

Trasparenza

È il modulo che consente all’Amministrazione di adempiere al D.LGS. 33/2013, (c.d. “Amministrazione Trasparente”).

Grazie a questo modulo, l’Ente può approfittare dell’opportunità che viene imposta dalla normativa per trarne significativi vantaggi nell’ambito dell’analisi dei propri dati.

Infatti, l’idea alla base della creazione di questo modulo è questa:

Perché pubblicare soltanto dei file pdf, excel o in altri formati per mettersi in regola con gli obblighi di legge? Perché farlo con uno sforzo che richiede un intervento manuale e continuativo nel tempo? Perché invece non trovare un modo per rendere automatico il processo di pubblicazione dei dati sul sito web? Perché non cominciare a intercettare i dati richiesti dal legislatore per popolare un datawarehouse da interrogare per analisi interne all’ente?

La soluzione è basata sulla piattaforma Open Source Pentaho Business Analytics, una Suite che consente il “recupero” dei dati da numerosissime e differenti fonti alimentanti, la loro trasformazione e memorizzazione dentro Datawarehouse definiti ad-hoc, la pubblicazione di queste informazioni sotto forma di report o di cruscotti e l’analisi interattiva dei dati.

ANAC

  • Il modulo ANAC estende il modulo Trasparenza per ottemperare alla Delibera n. 26 del 22/05/2013 dell’ANAC e successive integrazioni, che impone alle amministrazioni la trasmissione delle informazioni  all’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e  Forniture.
    Il modulo ANAC non solo consente all’Amministrazione di adempiere a quanto richiesto, ma fornisce inoltre una piattaforma di BI, a supporto delle decisioni, ottenendo quindi il duplice obiettivo di:

    Rendere disponibile online la reportistica ai fini della trasparenza
    Dare la possibilità di effettuare varie tipologie di analisi per uso interno, in modo da agevolare gli utenti nel loro lavoro di verifica e controllo

  • Vengono estratti in maniera automatica i dati dagli archivi relative alle gare ed alle informazioni amministrative correlate (la procedura è assolutamente indipendente dalla soluzione in uso dall’Amministrazione) e si alimenta un Datawarehouse che include:

    Data mart “Aggiudicazioni”: per analizzare le aggiudicazioni delle gare anche in termini di occorrenze (di partecipazione e aggiudicazione)
    Data mart “Trend Pagamenti”: per analizzare gli importi associati alle gare e i pagamenti relativi
    Data mart “Pagamenti Annuali”: per confrontare gli importi di aggiudicazione delle gare e quelli pagati annualmente (per le gare che coprono più annualità)
    Data mart “Aziende”: per analizzare ricorrenze “sospette” fra le imprese aggiudicatarie

    Gli utenti hanno a disposizione sia report predefiniti (per esempio gare di importi inferiori o superiori a 40.000 €)
    e cubi per analisi OLAP interattive.

DiVo (Discussion & Voting) è il modulo che tramite le tecnologie dell’informazione e della comunicazione si propone di agevolare i processi di governance e partecipazione politica ed associativa (e-democracy).

DiVo è un servizio innovativo per la Pubblica Amministrazione finalizzato a consentire una migliore e più efficace interazione tra cittadino ed enti pubblici e adeguata ed efficiente “Gestione della Conoscenza”, accessibile in modalità multi-canale (web browser ed app).

Le comunità prese a riferimento, sono le associazioni di categoria, gli ordini professionali, le confederazioni, i consorzi, e simili.

Inoltre il servizio, se rivolto alle comunità territoriali urbane ed agli enti locali di Pubblica Amministrazione, è anche in grado di contribuire alle iniziative di “progettazione partecipata” ed e-democracy delle “smart cities and communities”

Un ambiente facilmente accessibile, sicuro e flessibile per l’assunzione consapevole di decisioni che riguardano la vita sociale ed il funzionamento delle comunità stesse o istanze rivolte dalle medesime a terzi.

sostenere il metodo democratico interno attraverso l’adozione di una Piattaforma di Discussione e Voto, che faciliti la partecipazione degli iscritti e allarghi la stessa alla cittadinanza in generale
offrire un ambiente facilmente accessibile, sicuro e flessibile per l’assunzione consapevole di decisioni che riguardano la vita sociale ed il funzionamento di diverse tipologie di smart communities
offrire un ambiente multi-tenancy, in grado di supportare l’utilizzo e profilazione simultanea di organizzazioni multiple
offrire un sistema di comunicazione push con la popolazione tramite app, analizzare i dati relativi alla partecipazione e permettere l’adozione di decisioni consapevoli e partecipate

Il cuore del servizio è un portale web, all’interno del quale vengono gestite ed offerte le funzionalità di coinvolgimento e partecipazione ai processi decisionali delle organizzazioni.

Le funzionalità offerte dal portale web sono esposte e fruibili parallelamente da una opportuna applicazione mobile ( smart app ) che ne garantisce l’accesso al “mondo” dei dispositivi mobili (smartphone e tablet principalmente); l’app consente inoltre di veicolare ai sui utilizzatori, aggiornamenti e notizie relativi ai contenuti pubblicati sul portale, oltre a garantirne la consultazione delle aree di lavoro definite.

Profilazione ed abilitazione all’uso del servizio DiVo delle organizzazioni sottoscrittrici del servizio stesso, con conseguente allestimento delle relative aree (communities) di loro appartenenza sul portale web
Definizione ed esposizione di aree di lavoro collaborative pubbliche, nelle quali collocare i progetti da sponsorizzare, gli ambienti di discussione e voto, le consultazioni
Notifica di contenuti (nuovi progetti, risultati delle votazioni ed altro) in modo push ai cittadini utilizzatori dell’app mobile

Consultazione pubblica dei contenuti esposti, con possibilità di partecipazione attiva dei cittadini tramite espressione di opinioni e voti sui progetti presentati
Raccolta, analisi ed elaborazione dei dati relativi alla partecipazione ed ai contenuti prodotti, utili alle organizzazioni per affinare e migliorare il rapporto con il territorio

Contatti

REPORT

La norma richiede la pubblicazione delle informazioni relative a:


I report che possono essere pubblicati oltre a quanto espressamente richiesto dalla norma, sono di qualsiasi tipo; per citarne alcuni: